IL PROGRAMMA

Scarica il Programma Movimento 5 Stelle Stezzano

 

Prima paginatris copy

                     

 

SOMMARIO

 

 

PREMESSE

 

LA PROPOSTA PROGRAMMATICA

PRIORITA’ – DA SUBITO!

TRASPARENZA E PATECIPAZIONE

STRUTTURE PUBBLICHE

 

DOPO LA FASE INIZIALE

 

AMBIENTE

 

URBANISTICA

 

SERVIZI SOCIALI

 

SPORT E TEMPO LIBERO

 

CULTURA

 

GIOVANI

 

SCUOLA

 

COMMERCIO ED ATTIVITA’ PRODUTTIVE

 

SICUREZZA

 

 

 

 

SIAMO UNO DI VOI

 

Siamo cittadini di Stezzano, che si sono stancati di vedere amministrare il paese con le consuete logiche di partito. Noi non siamo un partito. Non inseguiamo carriere politiche, non abbiamo segreterie che ci dicono cosa fare.

VOGLIAMO GOVERNARE IL BENE COMUNE INSIEME AI CITTADINI DI STEZZANO!

 

Ci riconosciamo nel Movimento 5 Stelle e nei principi che lo contraddistinguono quali: l’ambiente, la tutela delle risorse naturali, l’informazione accessibile, lo sviluppo e la mobilità sostenibile.

Riteniamo che governare significhi servire la comunità con trasparenza, sobrietà e onestà, premiando il merito. Queste sono le nostre linee guida per scegliere chi ci amministra (la giunta comunale) e per gestire le professionalità che lavorano all’interno della “macchina comunale”.

Dobbiamo ritornare a sentirci una comunità e non un insieme di categorie di interessi di parte.

Per noi i bambini ed i giovani sono il futuro su cui investire per costruire il  benessere della nostra comunità.

Nessuno deve rimanere indietro specialmente chi è in condizioni di svantaggio fisico, psichico o economico.

Gestiremo le risorse economiche con la massima trasparenza, buon senso ed oculatezza,  vogliamo costantemente essere controllati da tutti i cittadini.

Riteniamo che i processi decisionali dell’amministrazione comunale (soprattutto quelli riguardanti le spese) devono essere digitalizzati ed informatizzati, utilizzeremo quanto già a disposizione dei comuni come il MePA (Mercato Elettronico delle Pubbliche Amministrazioni) e implementeremo nuove procedure di digitalizzazione.

I cittadini dovranno essere sempre informati del nostro operato e coinvolti nelle decisioni importanti, il Comune deve essere una casa di vetro per tutti i cittadini.

La salvaguardia dell’ambiente, del suolo, dell’aria, dell’acqua e quindi la salute dei cittadini è una priorità, il risparmio energetico significa risparmio economico futuro e meno inquinamento.

Il lavoro e le attività produttive locali, commerciali, agricole vanno promosse e tutelate  dalla concorrenza di attività sovra territoriali.

La cultura e l’informazione deve essere accessibile a tutti utilizzando gli strumenti tecnologici e le strutture pubbliche che maggiormente lo consentono, l’offerta culturale deve essere plurale.

Per noi la scuola è soprattutto pubblica e quindi il meno costosa possibile per le tasche delle famiglie.

Lo SPORT prima che competizione è un momento di socializzazione. Il benessere fisico, educativo, di convivenza civile e di rispetto dell’altro è fondamentale in particolar modo nell’offerta sportiva rivolta ai bambini e ai giovani.

 

I rapporti con istituzioni e agenzie territoriali e o nazionali saranno all’insegna della pari dignità nel rispetto delle normative.

Le tassazioni verranno applicate nell’ottica dia del rispetto delle normative che nella minor onerosità possibile per il cittadino, sempre tenendo conto il bilancio comunale.

 

LA PROPOSTA PROGRAMMATICA – IL FARE

 

 

PRIORITA’ – DA SUBITO!

 

Prima di avviare la nuova amministrazione, prenderemo visione dello stato dell’arte del bilancio e dell’organizzazione comunale; condurremo la normale attività mantenendo i “buoni” servizi coerenti con i principi della nostra proposta e affronteremo le problematiche prioritarie nell’ottica dell’efficienza e della qualità.

La scelta della giunta comunale sarà all’insegna della coerenza con i nostri valori e della competenza.

 

Bisognerà analizzare la “spada di Damocle” della garanzia comunale sul finanziamento dell’impianto natatorio per riprogettare la gestione con riguardo al risparmio energetico e quindi economico e nell’ottica della capacità dell’impianto di fornire servizi necessari alla cittadinanza di Stezzano. Tutte le possibilità verranno vagliate il nostro interesse è avere un impianto che fornisca servizi ai cittadini con modalità proporzionali e congrue  all’impegno economico che grava sul comune e sui cittadini. Attualmente l’impegno economico in termini di spese effettive e garanzie prestate in rapporto ai servizi che i cittadini ricevono a nostro parere non è conveniente per Stezzano. La gestione del rapporto tra impianto/gestore e l’amministrazione portata avanti fino ad oggi, votata allo scontro, è a nostro parere sbagliata. Si possono effettuare varie scelte che analizzeremo assieme ad esperti ed all’attuale gestore, che vanno dalla alienazione del bene e quindi privatizzazione ad un coinvolgimento forte dell’amministrazione comunale nella gestione. Per questioni così importanti per il territorio di Stezzano la scelta non può essere fatta solo dall’amministrazione ma deve essere fatta dalla cittadinanza, analizzeremo tutte le possibilità e esporremo con incontri informativi la questione alla cittadinanza che sarà chiamata con un referendum consultativo a pronunciarsi sulla questione.

Gestiremo il danno causato dalla vicenda “gioielli” proseguendo le azioni già intraprese e lavorando per accelerare il più possibile il rientro del “maltolto”.

Valorizzeremo al massimo le risorse umane che lavorano per noi in comune, restaurando l’immagine di fiducia nei loro confronti in un ottica di cooperazione, valorizzazione, responsabilità, onestà e competenza (loro prima di essere dipendenti comunali sono cittadini come tutti noi).

Saranno loro i nostri primi “consulenti” e non quelli esterni quindi le consulenze esterne saranno l’estrema ratio in mancanza di competenze interne. Attiveremo un processo di digitalizzazione del comune utilizzando quello che è già messo a disposizione delle amministrazioni comunali ed implementandolo con nuove procedure e flussi documentali informatizzati.

 

TRASPARENZA E PATECIPAZIONE

Governare insieme ai cittadini

Molti studi affermano che una componente importante della felicità delle comunità passa

attraverso la partecipazione popolare diretta.

La partecipazione non filtrata dal potere, consente infatti di concorrere concretamente alla gestione della cosa pubblica, aumentando il senso di consapevolezza dei cittadini, anche attraverso percorsi formativi di educazione civica.

In ambito locale le norme (art. 8 supplemento ordinario N.162 del D.Lgs. 267 del 18 agosto 2000) prevedono l’introduzione di strumenti di democrazia diretta, ma raramente gli Statuti degli Enti locali sono stati aggiornati e spesso gli amministratori scoraggiano la partecipazione popolare.

Attivare gli strumenti di informazione, partecipazione e controllo del governo della cosa pubblica da parte dei cittadini è una nostra priorità.

 

Trasparenza

 

Vogliamo mostrare ai cittadini di Stezzano cosa voglia dire vivere in un comune amministrato in trasparenza a 5 stelle. Il nostro concetto di trasparenza è un modo nuovo di mostrare il nostro operato, in tempo reale e andando oltre quei minimi obblighi di legge che però molte amministrazioni fanno fatica a recepire. Obblighi quali il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 a cui ci adegueremo se questo non fosse già stato fatto dalla attuale amministrazione. Ma andremo oltre dando la possibilità ai cittadini di seguire i consigli comunali in streaming tramite internet da casa attraverso il sito del comune. Pubblicheremo una newsletter che indicherà le nostre decisioni e l relative ricadute sulla cittadinanza, renderemo pubbliche anche le decisioni prese dai funzionari comunali, la trasparenza vale per tutte le componenti dell’amministrazione comunale.

 

Partecipazione

 

Le commissioni sono uno strumento importante per coinvolgere i cittadini nelle scelte dell’amministrazione comunale, noi le utilizzeremo, le allargheremo e, quando necessario, le faremo diventare assemblee cittadine per informare, discutere, proporre con spirito di civiltà e condivisione.

I nostri obbiettivi saranno il più possibile misurabili e quindi controllabili con facilità da parte di tutti.

Predisporremo un registro on-line in cui vengono raccolte le istanze inviate alla pubblica amministrazione e dove si possono consultare le risposte ricevute.

Sulle decisioni importanti per la vita comunitaria del paese indiremo un referendum consultativo in modo tale che ci voglia partecipare, possa farlo, ovviamente la partecipazione sarà trasparente e con voto palese, il nostro obbiettivo è quello di creare cittadini partecipi e responsabili.

.

 

STRUTTURE PUBBLICHE

No alle grandi opere e più servizi ai cittadini

 

La nostra amministrazione punterà alla valorizzazione delle strutture esistenti in modo tale che possano dare sempre più servizi ai cittadini.

A Stezzano non servono nuove opere, ma più servizi, soprattutto in questo periodo, puntiamo al miglioramento strutturale e tecnologico di quelle esistenti attraverso: un controllo puntuale, programmato e una manutenzione ordinaria costante.

Potranno essere necessarie operazioni di ripristino strutturale di parti obsolete o in degrado, oppure, interventi atti ad orientare il consumo energetico sulle fonti rinnovabili non inquinanti e più economiche.

I servizi resi tramite l’utilizzo di tali strutture saranno invece l’obbiettivo del nostro mandato elettorale, non vogliamo dare ai cittadini stezzanesi solo edifici ma luoghi in cui svolgere le proprie attività e godere dei servizi resi dal comune.

 


DOPO LA FASE INIZIALE

 

AMBIENTE

Diamo un futuro migliore ai nostri figli

 

Curare l’ambiente vuol dire consegnare ai nostri figli un ambiente migliore in cui vivere.

 

Gestione rifiuti

 

Il nostro obbiettivo sarà quello di portare la gestione dei rifiuti alla fase “rifiuti zero”. La strategia è quella del maggior riciclo dei materiali attraverso la differenziazione spinta e il  riutilizzo con conseguente abbassamento dei costi nella gestione rifiuti.

La termovalorizzazione (inceneritore) è un’anomalia tutta italiana, praticamente non prevista in Europa, la direttiva europea prevede che il recupero energetico (incenerimento) si possa fare solo su quei rifiuti ove non è possibile il recupero di materia (riciclo), oggi sappiamo che si può economicamente recuperare fino al 95% dei rifiuti, quindi possiamo incenerire solo il 5%.

Esperienze italiane ed estere ci dimostrano, numeri alla mano, che oltre che ad essere virtuose a livello ambientale queste scelte sono anche economicamente valide, non dimentichiamo che per incenerire i nostri rifiuti noi paghiamo.

Comuni che hanno già fatto questa scelta come Ponte nelle Alpi, dimostrano che la filiera del riciclo rispetto a quella dell’incenerimento ha le seguenti caratteristiche:

Economicamente sostenibile.

Ambientalmente sostenibile

Crea posti di lavoro

Rispetta la normativa Europea

Attraverso il meccanismo della “tariffa Puntuale” (paghi ciò che non ricicli) ci sarà la possibilità per ogni singolo cittadino/famiglia di abbassare la sua quota annuale di spesa per la gestione dei rifiuti e riciclo materiali adoperandosi per una differenziazione spinta dei rifiuti.

 

Energia

 

Effettueremo una revisione del fabbisogno energetico necessario agli edifici comunali, scolastici ed alla erogazione dei servizi comunali.

La bolletta energetica del comune deve essere più bassa lo si può fare tramite la riconversione degli edifici abbassandone la classe energetica (vedi punto successivo) oppure tramite l’approvvigionamento di energie alternative a basso costo. Quindi si attiverà una verifica di fattibilità progetti di fornitura energetica ecosostenibile come fotovoltaico, geotermico oppure elettrico per l’autotrazione per soddisfare  i fabbisogni degli edifici e delle attività comunali.

Promuoveremo l’efficentazione energetica degli edifici pubblici e privati tramite l’introduzione del meccanismo delle ESCO (Energy Service Company) che realizzano tali interventi assumendo su di sé il rischio dell’iniziativa e liberando il cliente finale da ogni onere organizzativo e di investimento.

Un edificio in classe B consuma meno della metà rispetto ad un edificio in classe E (ci sono anche le classi F e G a cui appartengono la maggior parte degli edifici comunali che sono ancora più voraci energeticamente) è facile quindi capire quanto potremmo risparmiare sul nostro bilancio energetico se adeguassimo i nostri edifici sia pubblici che privati. La voce relativa al riscaldamento è rilevante per il budget energetico dei singoli e dell’amministrazione comunale con i suoi edifici e le scuole.

Questo oltre ad abbassare le necessità energetiche di uno stato come l’Italia che importa quasi tutta la sua energia, permette di creare posti di lavoro, soprattutto se si impone, ove possibile, la manodopera locale.

 

Inquinamento

 

Vigileremo sulle situazioni di possibile inquinamento ambientale causato dalle attività presenti sul territorio, promuoveremo lo spostamento di insediamenti produttivi a rischio inquinamento aria e acqua  troppo vicini all’abitato verso aree più idonee.

 

Tutte le analisi di acqua potabile ed aria effettuate sul territorio di Stezzano saranno pubbliche e facilmente reperibili sul nostro sito, particolare attenzione sarà data all’analisi dell’acqua che per noi è un elemento prioritario e deve essere controllato e fruibile, gli Stezzanesi devono poter bere l’acqua del rubinetto senza preoccupazioni.

 

Effettueremo un censimento dell’amianto oltre che su strutture pubbliche anche su quelle private e relativo piano quinquennale per lo smaltimento con particolare attenzione a quelle aree in cui è prevista una riconversione d’uso.

 

Acqua

 

Il programma sull’acqua pubblica è stato scritto per il Movimento 5 stelle da 27 milioni di italiani che il 12 e il 13 giugno 2011 hanno sancito il primato del concetto di bene comune sulle logiche del mercato.

Si faranno quindi tutti i passi necessari perché l’acqua torni ad essere gestita dall’amministrazione pubblica.

 

Aeroporto

 

Il problema dell’inquinamento acustico e ambientale delle nuove rotte che passano sempre più vicine al centro abitato di Stezzano è diventato sempre più rilevante negli ultimi anni. E’ indubbio che l’aeroporto sia una realtà ormai consolidata a Bergamo e che abbia un ritorno economico, ma, è possibile mitigare l’impatto ambientale di un aerostazione di dimensioni palesemente incongruenti con il suo posizionamento a ridosso della citta e dell’abitato. Basta che le compagnie aeree siano obbligate a rispettare le rotte e ad anticipare il decollo (in modo da avere gli aerei più alti quando sorvolano l’abitato) queste devono essere condizioni stringenti e non lasciate alla scelta dei singoli piloti più o meno coscienziosi.

Sono stati presi degli accordi in termini di numero di voli e numero di passeggeri, riteniamo che questi numeri siano già oltre quanto consentibile in un aeroporto cittadino come quello di Bergamo, quindi siamo per il rispetto di questi numeri innanzitutto. A Bergamo transitano più di 6 milioni di passeggeri ma di questi solo una minima parte si ferma in città ed ancor una parte più infinitesimale si ferma a Stezzano.

L’aeroporto Il Caravaggio non deve essere visto come un aeroporto di transito per Milano ma è l’aeroporto di Bergamo e provincia, zona ricca di storia, cultura, attività, commercio e mille altri motivi per fermarcisi.

Per quanto riguarda Stezzano, si trova a pochi Km dall’aeroporto, incentiveremo una proposta di sviluppo turistico di Stezzano come punto di partenza per Bergamo tramite l’incentivazione di un ospitalità diffusa nel nostro centro storico ma anche come possibilità di visita dei nostri luoghi storici  e delle nostre ville.


URBANISTICA

Attenzione al consumo del suolo

 

Il consumo del suolo indiscriminato, con l’obbiettivo solo di far cassa va fermato, compatibilmente con gli impegni già presi dalle precedenti amministrazioni proporremo una riduzione del consumo del suolo ad uso residenziale.

Siamo consapevoli che ad alcuni impegni presi dalla precedente amministrazione non potremmo sottrarci, farlo vorrebbe dire restituire gli oneri già incassati dal comune creando un problema di natura economica. Siamo anche consapevoli che

 

Parchi

 

Viviamo i nostri spazi verdi, i parchi comunali. Effettueremo un’opera di manutenzione e controllo dei parchi in un ottica di manutenzione costante per prevenirne il degrado.

Il collegamento degli spazi verdi sarà realizzato tramite un miglioramento dei percorsi ciclopedonali.

 

Viabilità

 

La viabilità sostenibile è impegno sostanziale delle amministrazioni a 5 stelle, rivaluteremo la viabilità del centro cittadino, in accordo con i suggerimenti dei residenti, dei commercianti e di tutti i cittadini di Stezzano, con l’attenzione alla mobilità ciclopedonale e non veicolare. Le vie ciclopedonali devono essere sicure e delimitate correttamente e separate dalla sede stradale in modo tale che sia sicuro percorrerle

 

PGT

 

Effettueremo una revisione del PGT in un ottica di estrema attenzione al consumo del suolo soprattutto nelle grandi aree verdi esistenti, pubbliche e private, sempre compatibilmente agli impegni vincolanti già presi dalle precedenti amministrazioni e con la capacità ricettiva dei servizi.

 


SERVIZI SOCIALI

Nessuno deve rimanere indietro

 

Le politiche sociali per noi del moVimento 5 stelle non possono solo essere un capitolo del nostro programma, sono un’attenzione che poniamo in ogni intervento che pensiamo e valutiamo, premesso questo, alcune attività specifiche saranno svolte.

 

Istituiremo un tavolo di raccordo e cooperazione con associazioni locali che si occupano del disagio sociale e della povertà. Il fine sarà quello di ottimizzare risorse umane ed economiche per convogliare maggiormente gli sforzi sulla “povertà” esistente a Stezzano.

 

Istituiremo un fondo per prestito d’onore per cittadini che hanno perso il lavoro o sono in grave difficoltà economica.

 

Garantiremo il mantenimento ed effettueremo le possibili migliorie dei servizi esistenti rivolti ai cittadini diversamente abili.

 

Valuteremo la fattibilità  di una possibile collaborazione con le attività commerciali di Stezzano e le Associazioni di volontariato  per concorrere alla creazione di un “Mercatino Sociale” rivolto esclusivamente a cittadini in situazione di grave indigenza o difficoltà economica.

 

La nuova idea è la restituzione sociale, un patto tra amministrazione e cittadini in difficoltà economica, si tratta di rinunciare da parte dell’amministrazione alla riscossione di alcune tasse da cittadini in difficoltà economica in cambio dello svolgimento di parte di questi ultimi di servizi socialmente utili, studiati appositamente dall’amministrazione comunale per le singole competenze di questi cittadini in difficoltà.

Questa pratica può essere realizzata anche con bollette e pagamenti per beni e servizi di prima necessità.

 

 


SPORT E TEMPO LIBERO

Benessere fisico e momento educativo per tutti

 

Sport

Prima di tutto lo sport deve essere per tutti (non solo per i più dotati), deve essere inteso come scuola di sport e di vita. Previlegiamo per i più piccoli, partecipazione, impegno e divertimento, poi con l’età arriverà il sacrificio e l’agonismo, questi valori saranno ripresi con incontri ed attività mirati nelle scuole.

Stezzano con le sue strutture sportive ha grosse potenzialità ma la situazione adesso è completamente lasciata a se stessa.

Bisogna far “rivivere” gli impianti sportivi utilizzando la pista di atletica (mai utilizzata).Usare spazi comunali per altre attività o come sede e punto di aggregazione (boyscout, scuola di ciclismo ecc.)..

Organizzare anche attività sportive, tornei, gite, camminate o pedalate con la fascia di età dai 40 ai 60.

Ripristinare la vecchia festa dello sport che si teneva in piazza e che riscuoteva molto successo.

Per far incontrare i vari sport proporremo di attivare un tavolo delle associazioni sportive di Stezzano.

Programmeremo la revisione della convenzione in essere con la gestione degli impianti sportivi per programmare la futura strategia di gestione dell’impianto che dovrà rispondere ai seguenti requisiti: sostenibilità economica, risparmio energetico, massima trasparenza della gestione economica.

Le associazioni sportive di Stezzano potranno ricevere sovvenzioni o contributi in base ai seguenti criteri:

- trasparenza della gestione economica dell’associazione.

- numero di cittadini di Stezzano serviti.

- obbiettivi educativi della società nei confronti dei ragazzi.

- inserimento nell’organico della società di allenatori e personale qualificati

- capacità di dare visibilità positiva alla Comunità di Stezzano nei rapporti con altre associazioni sportive del territorio extra comunale

- rispetto e considerazione reciproca fra le associazioni sportive

- progetti di collaborazione fra le associazioni

- capacità di organizzare eventi sportivi che coinvolgono tutta la cittadinanza di Stezzano

 

Tempo Libero

 

Realizzeremo un potenziamento della rete wi-fi pubblica e non protetta valutando la possibilità di sinergie con la biblioteca per la creazione di una biblioteca virtuale (e-book)

saranno soprattutto promossi e sostenuti eventi culturali rivolti ai giovani e ai  bambini senza per questo penalizzare eventi culturali rivolti ad altre fasce di età.

 

Vivere la piazza come il salotto del paese

 

La piazza deve tornare ad essere il posto principale del paese, luogo di aggregazione di tutti i cittadini. Per tale scopo saranno promosse iniziative di tipo culturale e a carattere sportivo.

 

Promozione di gite culturali

 

La socializzazione passa attraverso la conoscenza, cosa c’è di meglio di una gita “fuori porta” per conoscersi e conoscere il nostro territorio e perché no, la  nostra regione. Monumenti ma anche sagre e feste possono essere motivo di una giornata tra concittadini che magari neppure si conoscono.

 


CULTURA

Stezzano 365 giorni all’anno

 

Arte deriva da due termini del sanscrito che significano sia “muovere” che “suscitare” e questa sua radice rimane ancora oggi estremamente valida.

L’arte contribuisce a creare cittadini migliori e più responsabili, svolgendo anche la funzione di “educatore. L’arte nasce dall’uomo e può essere compresa da ogni altro uomo. Basta fornirgli gli strumenti necessari.

Ci occuperemo quindi di individuare e coinvolgere, tutte le realtà locali che fanno promozione del territorio, stabilendo sin da subito una collaborazione totale. Lo scopo è quello di mettere a calendario tutti gli eventi già esistenti; in modo tale che tutte le manifestazioni del territorio possano essere adeguatamente pubblicizzate, dentro e fuori Stezzano, in modo da evitare sovrapposizioni di qualsiasi genere.

 

Calendario manifestazioni

 

Maggior comunicazione e informazione per tutti. Il successo di una manifestazione, di qualunque genere sia, passa attraverso una buona ed efficace comunicazione. Compito di questa amministrazione sarà quello di utilizzare al meglio gli organi di promozione già esistenti: notiziario, sito del comune, display più aggiornati, sms e maggior coinvolgimento della stampa locale.

 

La Scuola è formazione, è cultura

 

In collaborazione con le scuole del paese, l’assessorato alla Cultura e al tempo libero, si impegna a utilizzare tutti i mezzi a disposizione per promuovere percorsi e progetti educativi, di tipo socio/culturali, quali: Giornata mondiale della memoria, giornata contro la mafia, giorno del ricordo, contro il bullismo.

 

Il cinema è arte e cultura

 

In collaborazione con il gestore della sala Eden valuteremo se ripristinare il cineforum con una programmazione di film di qualità ed in lingua, consentirebbe di aumentare l’offerta sul territorio e di avvicinare sempre più fruitori, anche da fuori Stezzano.

 

Educare le nuove generazioni all’arte

 

Educare le nuove generazioni all’arte, significa innanzitutto scommettere sul futuro. Scopo della scuola, supportato dalle istituzioni è quella di avvicinare all’Arte sempre più giovani. L’idea è quella di portare i ragazzi delle scuole a scoprire i tanti tesori, presenti nel nostro territorio, e farli incontrare con gli artisti che operano e vivono a Stezzano.

 

Comitato di accoglienza

 

Un modo per avvicinare sempre di più gli abitanti, ed in particolare i nuovi residenti di Stezzano alle istituzioni è quello di programmare degli incontri di accoglienza per i nuovi residenti per dare il benvenuto ai nuovi arrivati e al tempo stesso, informarli in merito alle iniziative e servizi del territorio.

 


GIOVANI

Siete il futuro

 

Sarà rivista e rielaborata l’offerta di servizi e interventi rivolti a giovani e adolescenti con l’obbiettivo di coinvolgerli e incoraggiarli ad essere protagonisti del loro futuro a Stezzano. Per tale scopo verrà promosso un tavolo giovani in collaborazione con i progetti già in essere e con le agenzie educative già presenti sul territorio.  NESSUNO DOVRA’ SENTIRSI ESCLUSO.

I giovani hanno bisogno di sentirsi considerati maggiormente ed essere coinvolti, per questo il movimento 5 stelle Stezzano, vuole riaprire il C.A.G. e riattivarlo a tutte le sue funzioni, perchè i giovani ne hanno bisogno!

Il servizio CAG verrà riattivato e riprogettato nella sede originale in collaborazione con l’Oratorio, il Tavolo Giovani e le professioni e organizzazioni Sociali che attualmente stanno lavorando per i giovani. Le linee guida per la riprogettazione dovranno favorire l’aggregazione e la costruzione di relazioni positive mirando al: rispetto reciproco, rispetto delle regole, collaborazione, protagonismo, aiuto reciproco e alla partecipazione democratica

Un altro importante punto di ritrovo come la biblioteca verrá migliorata sotto tutti gli aspetti per renderla veramente efficiente e invitante.

Ma il vero problema dei giovani oggi è il lavoro, ed è per questo che il M5S Stezzano si attiverà affinchè i “disoccupati” riescano ad inserirsi nel mondo del lavoro grazie alle aziende che ci sono sul nostro territorio.

É desolante ogni domenica vedere la piazza con sempre meno giovani e meno divertimento e allegria, quindi faremo in modo che numerosi eventi siano su misura per i giovani.

 


SCUOLA

Educhiamo il nostro futuro

 

L’istruzione è un diritto universale, per noi del moVimento 5 stelle la scuola deve essere un diritto universale, pubblico. Per questo crediamo nell’importanza della formazione degli studenti nella scuola pubblica.

Favorire l’apprendimento e l’educazione dei nostri figli  è l’obiettivo che ciascuno di noi si deve prefiggere per assicurare alle future generazioni una società a misura d’uomo. Educare significa stimolare la creatività e la conoscenza, senza  imporre.

Crediamo nel rispetto delle regole e del loro insegnamento e ci impegneremo affinché  la ricchezza di diversità culturali, sempre più presenti nelle scuole e sul territorio, siano stimolo di confronto e di arricchimento socio-educativo e non una barriera insormontabile. Nel nostro progetto scolastico si vuole creare una sinergia, un lavoro di rete che passi attraverso il dirigente scolastico, gli insegnanti,  le associazioni scolastiche, le famiglie; valorizzando e incrementando i  progetti che la scuola attua per i nostri ragazzi, il Piano del Diritto allo Studio deve diventare uno strumento partecipato.

Sarà nostro obiettivo , collaborare con tutte le componenti scolastiche, per far  proseguire quelle attività anche esterne alla scuola che funzionano e che creano servizio alle famiglie e arricchimento socio-culturale quali: Piedibus, consiglio comunale dei ragazzi, commissione mensa, servizi pre e post scuola (anticipo e posticipo), servizi inserimento/alfabetizzazione per bambini stranieri.

Nello stesso tempo, ci impegneremo a ricercare soluzioni nuove per promuovere l’educazione e  l’apprendimento dei nostri figli.

 

Inglese

 

Inglese fin dalla scuola dell’infanzia: per noi l’insegnamento della lingua inglese è  una priorità e lo deve essere sin da piccoli, ci impegneremo a ricercare soluzioni con l’assessorato alla cultura, finalizzate a  complementare le attività nelle scuole dell’infanzia con i fondi a disposizione del Comune.

 

Educazione ambientale

 

Insegnare ai nostri figli sin dall’infanzia l’importanza del riutilizzo e del riciclo dei materiali nell’ottica dell’ecologia, nonché l’introduzione a progetti “natura” quali l’agricoltura e la zootecnia attraverso le numerose aziende agricole presenti sul territorio coinvolgendo anche i genitori. Sostenere attività didattiche atte a  conoscere le bellezze artistiche ed  architettoniche del nostro paese, abbiamo alcune Ville storiche di imparagonabile bellezza di cui pochi ne conoscono storia e valore.

 

Attrezzature scolastiche ed Internet nelle aule

 

La scuola deve avere i migliori strumenti possibili per svolgere la sua funzione educativa, quindi verificheremo la dotazione di attrezzature sportive, informatiche, linguistiche del plesso con lo scopo di intervenire ove possibile con nuovi strumenti.

Il web è visto come mezzo di implementazione e arricchimento rispetto al classico materiale didattico, potenziamento della rete nelle scuole.

 

 

Convenzione  Scuola dell’infanzia Locatelli

 

La scuola dell’infanzia Locatelli svolge un ruolo basilare nel panorama delle offerte scolastiche di Stezzano che, senza tale istituzione scolastica, sarebbe estremamente lacunosa. Rispetteremo la convenzione stipulata tra l’amministrazione e la scuola che scadrà a fine 2014, siamo disponibili a nuovi accordi con la dirigenza, in base anche alle leggi ministeriali in vigore e  alla disponibilità economica del Comune.

 

Educazione e sicurezza stradale

 

Insegnare ai nostri figli l’importanza delle segnaletiche stradali e dei  comportamenti da seguire quando si è sulla strada, ricercando iniziative svolte nelle scuole, in collaborazione coi vigili urbani. II percorso casa scuola sarà presidiato da volontari e forze di pubblica per garantire la necessaria sicurezza.

 

Supporto agli insegnanti

 

Verranno proposti corsi agli insegnanti con lo scopo di aumentare la loro capacità di individuazione e gestione delle problematiche che rendono difficile l’apprendimento quali: dislessia, disgrafia, discalculia, disortografia, ecc.

 

STRUTTURE:

 

L’ambiente scolastico è uno spazio di vita, dove i nostri ragazzi passano gran parte della loro giornata, è dunque essenziale che questo sia un luogo sicuro e confortevole.

Argomento di rilevante importanza, specialmente nell’ultimo periodo, è quello della sicurezza nelle nostre scuole: troppi episodi di furti sia all’interno che nei parcheggi adibiti alle biciclette, si sono verificati, sarà nostro obiettivo cercare di contrastare questi episodi con gli strumenti più appropriati, un deterrente potrebbe essere un sistema di videosorveglianza.

La manutenzione delle aree verdi risulta nettamente migliorabile, la cura di queste zone unita a strutture esterne più recenti, per stimolare maggiormente il gioco e la fantasia dei nostri bambini.

Per quanto ci riguarda uno dei temi che più ci sta a cuore è l’efficienza energetica degli edifici: meno energia avrai utilizzato per il tuo edificio, meno soldi avrai speso in bollette e di conseguenza più fondi avrai a disposizione in futuro. Per questo verificheremo la possibilità, se i fondi necessari lo permetteranno, di realizzare un impianto fotovoltaico su uno o più plessi scolastici, che consentirà l’ utilizzo della corrente elettrica prodotta dall’impianto durante gli orari di lezione, nonché l’immissione di energia nella rete elettrica (che verrà acquistata dal gestore di rete) durante tutti i periodi di chiusura del plesso. In alcuni paesi lo si è già realizzato con ottimi risultati, considerando che negli ultimi anni il costo di realizzazione degli impianti si è notevolmente abbassato.

 

 


COMMERCIO ED ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Il lavoro è dignità

 

La finanza che domina ed il consumismo estremo che impera sulle nostre vite tralascia da tempo di considerare i veri bisogni delle persone. E’ in crisi il sistema intero della nostra collettività. I rapporti sociali sono frammentati. Se da un lato abbiamo gli anziani in difficoltà per pensioni misere dall’altro i giovani sono immersi in prospettive lavorative precarie e senza futuro.

Le imprese sono schiacciate da un carico fiscale e propaggini burocratiche insopportabili.

Le politiche economiche e legate al mondo del lavoro le fa lo Stato, ma il Comune deve intervenire ponendo in essere una moltitudine di iniziative che incidano direttamente e indirettamente sul lavoro e sulla tutela delle risorse e delle persone.

L’obiettivo economico non deve più essere quello di aumentare la produttività del lavoro ma quello di aumentare la produttività delle risorse. Questo vuol dire delineare processi produttivi e realizzare beni con meno energie, meno materie prime e producendo meno rifiuti.

La regola del “più economico è meglio” deve essere integrata da un nuovo mantra: più sano è meglio, meno energivoro è meglio, più umano è meglio, più sicuro è meglio.

 

Sportello lavoro

 

In collaborazione con le società e commercianti residenti a Stezzano, le aziende di Stezzano ed i suoi cittadini si incontrano fisicamente e digitalmente. Tramite l’incrocio di dati: richieste lavoro sul territorio e curriculum di cittadini che cercano lavoro si effettua una prima scrematura per poi far incontrare i soggetti interessati. In funzione delle disponibilità economiche del comune potrà essere prevista anche una forma di incentivo.

Assumere a Km zero conviene all’impresa, al lavoratore ed all’ambiente.

 

Burocrazia

 

Ridurre la burocrazia nelle risposte alle imprese, agli artigiani ed ai commercianti a tutti i livelli.

L’ottimizzazione dei tempi di gestione delle pratiche deve essere raggiunta attraverso la

creazione di un sistema di parametrizzazione dei tempi di gestione delle pratiche e attraverso l’attribuzione di specifiche responsabilità. Apriremo un riferimento unico di accoglienza per le imprese, artigianali e commerciali che vorranno insediarsi nel nostro territorio e ci impegneremo nel ridurre al minimo la burocrazia ed aiutare le imprese ed i commercianti ad affrontarla.

 

Mercato in piazza

 

Facciamo rivivere la nostra piazza e di suoi dintorni, con coinvolgimento dei commercianti della piazza chiudiamo per una mattina al mese il nostro centro storico, svuotiamolo dalle autovetture e riempiamolo con il mercato in piazza ed anche i nostri commercianti avranno il loro spazio.

Dedichiamo un altro giorno al mese la nostra piazza ai mercati, realizzeremo un mercato solo agro/alimentare a km zero per i produttori locali.

 

Utilizzo imprese locali

 

Garantiremo l’utilizzo di imprese locali per gli appalti del comune qualora a parità di requisiti una delle due candidate fosse di Stezzano. L’essere impresa locale per noi è un valore.

 

Kilometro Rosso.

 

Che cosa è il km rosso? Per chi ha avuto la possibilità di vederlo si sarà reso conto che la realtà che abbiamo a due passi dal nostro paese è davvero una struttura che non ha paragoni.  Lo scopo è quello, in collaborazione con la sua direzione, di “far conoscere” il famoso parco tecnologico agli Stezzanesi, promuovendo visite guidate.

 

Piscine

Secondo noi l’impianto natatorio, come tutte le strutture di Stezzano deve essere un contenitore di servizi per gli stezzanesi.

Non ci interessano le strutture inutilizzate ma i luoghi in cui i cittadini possano trovare servizi di cui usufruire.

Analizzeremo fin da subito i numeri ed il piano economico finanziario, ma ad oggi l’idea che abbiamo per garantire la sostenibilità economica dell’impianto è che questo vada reso più efficiente energeticamente e quindi meno costoso. Inoltre bisogna che l’appeal dell’impianto all’esterno del comune cresca in modo tale da attrarre utenza extracomunale, necessaria per garantire la sostenibilità dell’impianto, soprattutto nel periodo estivo.

Ribadiamo che quanto sopra riportato può essere fatto con varie strategie d’intervento e che saranno i cittadini a decidere dopo essere sati debitamente informati sulle varie possibilità quale tipo di coinvolgimento avrà l’amministrazione nella futura gestione dell’impianto natatorio.

 


SICUREZZA

Riprendiamoci le nostre strade

 

Riempire di telecamere il territorio non è la soluzione, pensiamo che il miglior antifurto è il vicinato e la rete di relazioni fra i cittadini.

 

Videosorveglianza

 

Quanto già esistente in termini di videosorveglianza verrà mantenuto ed utilizzato al meglio presidiando con tali strumenti edifici pubblici, stazione, scuole e parchi.

 

Illuminazione delle strade e dei parchi

 

Ulteriore aiuto alla sicurezza e alla vivibilità di Stezzano verrà fornito da un aumento dell’illuminazione dei parchi e delle strade grazie ad una maggiore efficienza energetica dei sistemi di illuminazione, inoltre provvederemo a posticipare l’orario di chiusura dei parchi, il parco deve essere visto come punto di incontro, di socializzazione e deve essere vissuto maggiormente.

 

Conosci il tuo vicinato Vicinanza attiva

 

Promuoveremo le attività di vicinato attivo anche tramite l’utilizzo dei social network che le nuove tecnologie ci mettono a disposizione.

Facciamo comunità e riscopriamo il valore del vicino di casa.

Il senso di sicurezza lo si ha se il paese è vivo, se la gente si conosce, dialoga e collabora anche e con le istituzioni. Tale scopo verranno promosse tavole rotonde tra forze dell’ordine e popolazione stezzanese, per sensibilizzare la cittadinanza ad essere cittadini attivi.

 

Commerciante Amico

 

Promozione del progetto commerciante amico, si tratta di una collaborazione tra commercianti e associazioni dei genitori. Ogni commerciante, segnalato da apposito “logo”, posto in vetrina si propone come “garante” della sicurezza del bambino, in caso di necessità e difficoltà dello stesso.

 

 

 

                     

 

4 Comments

  1. Dario Fumagalli

    Commento amministratore di prova.

  2. Mariasole

    Per ora solo una domanda: c’è solo il commento dell’amministratore di prova o gli altri contributi non si possono leggere?
    Grazie

  3. Mariasole

    opss, mi sono già risposta da sola….e quindi il secondo mio commento è: CHE TRISTEZZA….. nessuno si è accorto della vostra disponibilità a dare un contributo comodamente seduti a casa…….e senza metterci nemmeno la faccia…..
    che tristezza…

  4. Renè

    Ciao Mariasole cosa ne pensi de nostro programma … cosa cambieresti?

Rispondi a Renè Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>